Il RIGHI alla SPARTAN RACE 2016

Quando lo sport diventa coscienza delle proprie origini e condivisione di multiformi diversità
Si è svolta nel parco Cimino di Taranto il 29 ottobre scorso la Spartan Rice, una singolarissima e durissima gara, sconsigliata a chi non è abituato a correre o frequentare la palestra.  Si tratta di attraversare nel più breve tempo possibile un percorso di 21 km superando ben 25 ostacoli.
Una rappresentanza dei nostri studenti ha disputato la versione ridotta di 9 km con 15 ostacoli denominata Spartan Sprint con risultati decisamente soddisfacenti, visto l’approccio goliardico del pregara e lo stile collaborativo della squadra lungo il percorso per niente facile.
I risultati su 1280 concorrenti:
Serebrov Aleksey 4AE 720° in 1h53'
Semeraro Luca 3DLS 743° in 1h54'
Di Natale Giuseppe 4AE 800° in 1h58'
Montemurro Pietro 5BM 801° in 1h58'
De Crescenzo Giuseppe 5BM 802° in 1h58'
Rongo Alessandro 5BM 803° in 1h58'
Cirillo Sergio 3BM 826° in 2h00'
Alpino Yuri 5BM 970° in 2h08'

L’occasione è stata preziosa per ripassare un po’ la storia delle nostre origini attraverso qualche immagine del film “300 - L’alba di un impero” in un teatro naturalistico come il parco Cimino di Taranto e in un clima di solidarietà e conoscenza reciproca tra noi tarantini, i veri spartani (dopo gli abitanti di Sparta), e altri “spartani” provenienti da 74 paesi diversi uniti nel condividere valori come determinazione e coraggio nel duro percorso di una lunga gara ad ostacoli. Una metafora della vita che lo sport, in generale, rappresenta in tutte le sue manifestazioni o tipologia di discipline.
L’appuntamento è per il prossimo anno in cui cercheremo di arrivare alla gara (incredibilmente prevista ancora a Taranto) con una preparazione migliore e con la determinazione per fare meglio.
Danilo Diana

Immagine

Media

Area riservata

Area famiglie

Amministrazione trasparente

PON 2014-2020

La tua posta

email scuola

Link

logo miur hub url 

Recapiti

IISS Augusto Righi
La segreteria è aperta al pubblico dal Lunedì al Sabato dalle ore 10,30 alle ore 12,00.
+39 099 4791011

+39 099 4724731 (Succ. Paolo VI)

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Please publish modules in offcanvas position.