L’Istituto I.I.S.S A. Righi di Taranto ha firmato, sotto l’egida del M.I.U.R., un protocollo con ENI finalizzato alla stipula, da parte di 20 alunni frequentanti le classi quarte dell’indirizzo MECCANICA MECCATRONICA ED ENERGIA dell’Istituto, di un contratto di Apprendistato di primo livello presso la Raffineria ENI in Taranto. 

In data 3 luglio i vertici della raffineria ENI di Taranto e il D.S. prof. Cosimo Damiano Malvani, alla presenza dei propri collaboratori e dei docenti dell’indirizzo MECCANICA dell’Istituto, hanno presentato agli alunni iscritti a frequentare, per l’a.s.2017/2018, la classe quarta dell’indirizzo MECCANICA MECCATRONICA ED ENERGIA il percorso formativo che si intende attuare. All’incontro hanno partecipato anche le famiglie degli alunni coinvolti.

In particolare 20 alunni, dopo una fase di selezione che si concluderà entro il 18 luglio 2017, stipuleranno il "contratto biennale in Part Time Misto" che si concluderà con il conseguimento, da parte dei ragazzi interessati, del diploma di istruzione secondaria superiore con possibilità di prosecuzione in apprendistato professionalizzante.

Gli alunni selezionati saranno impegnati, nell’arco dei prossimi due anni, in un percorso formativo di durata pari a 670 ore che si svolgerà presso la Raffineria ENI in Taranto; tale percorso comprenderà formazione in aula e on the job finalizzata all’acquisizione di alcune professionalità richieste nei Servizi Tecnici, con particolare riguardo agli ambiti di affidabilità e manutenzione degli impianti presenti in raffineria.

Gli alunni saranno seguiti in tale percorso da un tutor scolastico e da un tutor aziendale: quest’ultimo sarà presente anche durante lo svolgimento degli esami di maturità e affiancherà i ragazzi interessati nell’illustrare alla Commissione giudicatrice le attività svolte presso ENI.

IMG 20170715 WA0002

Si emana il seguente Avviso contenente proposte di incarico ai docenti a tempo indeterminato trasferiti nell’Ambito territoriale nel quale è ricompreso questo Istituto Scolastico (Ambito n 21 della Provincia di Taranto) e ciò in coerenza con le disposizioni della legge 13 luglio 2015, n. 107 e delle Linee guida ministeriali, di cui alla nota prot. n. 2609 del 22/07/2016 per i posti che si dovessero rendere disponibili per l’affidamento di incarichi triennali in favore di docenti titolari nell’ambito 21 all’esito della procedura di mobilità per l’ a. s. 2017/2018. Il documento è scaricabile da qui e dalla sezione "Albo pretorio".

A questo link, calendario completo dei corsi di recupero attivati nel mese di Luglio 2017.

In allegato, calendario scolastico e delle attività A.S. 2017/18 aggiornato al 01/09/2017 .

Riportiamo la testimonianza della Prof.ssa Lemma Anna Rita, docente proponente di questo progetto.

"In avvio di anno scolastico  proposi  di avviare, in ottemperanza agli obiettivi dell’Agenda 20/30, un’attività di inclusione di alcuni minori non accompagnati provenienti da altri Paesi per effetto del flusso migratorio, ospitati presso le strutture di accoglienza della nostra Città. L’idea fu sostanzialmente accolta dal Collegio e la sua esecutività rinviata alla verifica della possibilità di effettiva attuazione sulla base delle norme vigenti. Nel mese di Marzo , favorendo l’incontro tra il Dirigente scolastico e le responsabili della struttura di prima accoglienza, “ Casa 3 Ottobre”, abbiamo avviato un percorso di inclusione passato sotto la denominazione  de “ L’arte di scambiarsi”. Nello specifico,  diversi docenti della nostra Scuola ( i docenti di Informatica coordinati dal Prof. Zoriaco Massimo, il Prof Granaldi Martino di Scienze Motorie e la Prof.ssa Perrone Anna di Lingua Inglese  ) hanno programmato con l’educatrice della struttura i tempi e le attività attraverso le quali i ragazzi potessero essere coinvolti.  Poi è accaduto molto di più come attestano le parole dell’educatrice Simona Muraglia :

"Manuele e Sebastian, sono venuti a trovarci questo pomeriggio. Mi hanno reso felice. Grazie.” Questo è il messaggio che una domenica di maggio Lamin, diciassettenne gambiano mi invia. Manuele e Sebastian sono due splendidi diciassettenni italiani che frequentano l’istituto Righi. I ragazzi sono diventati amici, grazie al progetto. La speranza era quella di fornire uno scambio, di donare agli studenti la possibilità di guardare agli immigrati con occhi nuovi e, soprattutto, di arricchirsi dell’immenso patrimonio culturale che possiede chiunque venga “da un’altra parte”. La speranza era quella di dare agli MSNA, minori stranieri non accompagnati, un’opportunità: quella di incontrare i loro coetanei, di conoscere e di farsi conoscere, nel contesto che è più idoneo alla loro età, quello scolastico. La speranza era quella che, almeno durante alcune ore di lezione, informatica per gli uni, inglese per gli altri, i ragazzi potessero essere integrati nel contesto classe.

Durante la realizzazione del progetto però, ci sono stati risvolti inattesi. I ragazzi ci hanno raccontato senza parlare, la bellezza dell’incontro, la facilità con cui nascono le relazioni interpersonali, la naturalezza con la quale ci si impregna del colore, della lingua, della voce, dei pregi e dei difetti delle persone a cui si vuole bene.

Così, quelle che avrebbero dovuto essere un paio di ore di lezione, sono diventate ore lunghissime, intere giornate scolastiche, partite di calcio, il Palio, il Mundialito e molto altro. Sono diventate la gioia di Giulia, che finalmente può parlare tanto inglese, l’abbraccio fra Francesco ed Abdullahi, che conoscono bene il valore dell’amicizia, la felicità di Lamin che riceve visite estremamente gradite e soprattutto la spontaneità di Manuele e Sebastian che, senza pensare d'essere "buoni", "volontari", "eroi", quella domenica di maggio si sono recati in un centro di accoglienza, come fosse la comune casa di un qualunque compagno di classe, solo per salutare degli amici

Ciò che si è verificato è stato ciò che mi aspettavo: l’esperienza è andata molto  oltre e ringrazio  quindi anche i Professori Piliego, Picca, Donadei, Farina e tutti coloro i quali in qulache misura si sono lasciati così positivamente coinvolgere. Un ringraziamento sentito va al Dirigente scolastico  per aver creduto in questa opportunità di crescita per i nostri ragazzi ".

                                                           

Le classi 1APS e 1BPS, con il supporto dei docenti Maurizio Damiano Blasi (Chimica) e Veronica Poggi  (Fisica) hanno partecipato alla seconda edizione del concorso nazionale di crescita dei cristalli in collaborazione con l’Università di Torino e l’Associazione Nazionale di Cristallografia. Il cristalli hanno ricevuto una valutazione eccellente e sono visionabili sulla pagina facebook del concorso.

Dal 22 maggio 2017 è attiva la piattaforma S.O.F.I.A. (Sistema Operativo per la Formazione e le Iniziative di Aggiornamento dei docenti). I docenti di ruolopossono iscriversi direttamente ai corsi inseriti nel catalogo delle iniziative formative, compilare questionari di gradimento, scaricare gli attestati di frequenza ed eventualmente inserire a sistema contenuti didattici. Per l’iscrizione accedere al portale: http://sofia.istruzione.it/ . L’elenco dei percorsi di formazione svolti da ogni docente costituirà una vera e propria “storia formativa” e sarà la base per la realizzazione di un portfolio professionale, cui saranno aggiunti, in seguito, gli ulteriori aspetti dell’anagrafe della professionalità, del bilancio di competenze e degli ulteriori elementi di documentazione della propria attività didattica (fonte OrizzonteScuola.it). Per ulteriori informazioni e supporto all’iscrizione/gestione della piattaforma, contattare il prof. Francesco PICCA

I Genitori che ancora non lo avessero fatto, potranno rispondere ad un questionario di gradimento on line sulla nostra scuola e i servizi che essa offre, utilizzando qualsiasi computer connesso ad Internet. Esprimendo la propria opinione e il proprio giudizio sull’efficacia e l’efficienza della nostra istituzione scolastica, potranno contribuire alla sua crescita e al suo miglioramento. Si ricorda a tutte le famiglie che è possibile rispondere al questionario suddetto, anche da casa, collegandosi direttamente al link  https://goo.gl/dp0a96

L’1 Giugno 2017 nel nostro istituto è stato presentato il lavoro conclusivo del “Programma di prevenzione dei pericoli per la salute associati all’uso improprio del web -Teen Explorer” curato dalla prof.ssa “Anti-bullo” Anna Franca Farina (Referente d’Istituto per la Prevenzione e il contrasto del fenomeno Bullismo e Cyber-bullismo). Il progetto ha previsto un significativo percorso interdisciplinare il quale ha affrontato tutti i più importanti fattori che conducono gli adolescenti al comportamento a rischio o dannoso; tale percorso, collegato ai contenuti del programma disciplinare, allo sviluppo delle competenze civiche e sociali e all’inclusione degli alunni con difficoltà, si è potuto attuare grazie all’efficiente collaborazione con i colleghi Maria Luisa Garavaglia, Vittorio Calcagni, Graziana Buonfrate, Maria Lecce, Marianna Nardelli. La presentazione del lavoro conclusivo, voltoad informare in modo strutturato il significato e le conseguenze del fenomeno Bullismo e Cyber-bullismo, è stato affidato agli alunni di Prima A - Liceo Scientifico - Scienze Applicate D’eredità Giuseppe, Porreca Denisa, Russo Giuseppe, Scarciglia Danilo, Stola Ernesto.  Alla presenza dei loro pari, dei docenti e del Dirigente Scolastico prof. Cosimo Damiano Malvani, gli alunni hanno svolto l’arduo compito di informare e diffondere le buone pratiche durante la navigazione in internet e i pericoli per la salute associati all’uso improprio del web, soffermandosi particolarmente sul fenomeno del Cyber-bullismo,sui reati connessi ai comportamenti illeciti, sull’adescamento on line, sulle gravi conseguenze che possono accadere se non si è abbastanza informati e se non si sa come difendersi da tali fenomeni che, in alcuni casi, conducono purtroppo al suicidio.

La presentazione ha destato molta attenzione, ha stimolato alla riflessione sull’importanza dell’amicizia, della comunicazione, della collaborazione, della richiesta di aiuto, dell’aiutare ed ha coinvolto gli ascoltatori con opportuni interventi legati, appunto, al fenomeno, all’adescamento da parte di adulti per scopi illeciti, fino a sfociare al macabro rituale Blu whale che si sta diffondendo anche in Italia.L’identificazione di sé durante il periodo dell’adolescenza è stata una delle finalità del progetto e il breve ma significativo intervento sul tema adolescenza da parte della Psicologa, dott.ssa Maria Paola Amato, ha rinforzato i contenuti affrontati durante il percorso progettuale, mentre una delle finalità della presentazione pubblica nell’istituto è stata la richiesta, agli spettatori, di fungere “da staffetta”, ribadito anche durante l’intervento dell’orientatrice presente a scuola, dott.ssa Tania Petriccione, collegandosi al tema della comunicazione.

L’incontro si è concluso comunicando siti del Telefono Azzurro, della Polizia di Stato, della Polizia Postale e delle Comunicazioni per ulteriori approfondimenti, contatti e numeri di emergenza in caso di imminente pericolo oltre al consiglio di rivolgersi ai propri genitori, agli insegnanti, al Dirigente Scolastico.

(Prof.ssa “Anti-bullo” Anna Franca Farina)

20170601 104724 2

Area riservata

Area famiglie

Amministrazione trasparente

PON 2014-2020

La tua posta

email scuola

Link

logo miur hub url 

Recapiti

IISS Augusto Righi
La segreteria è aperta al pubblico dal Lunedì al Sabato dalle ore 10,30 alle ore 12,00.
+39 099 4791011

+39 099 4724731 (Succ. Paolo VI)

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Please publish modules in offcanvas position.